3/5

La bambina è tornata a casa

Sta meglio l'11.enne rimasta incastrata lunedì tra le porte del trenino FLP a Magliaso - La dinamica esatta dell'accaduto verrà accertata dall'inchiesta

MAGLIASO - La ragazzina di 11 anni rimasta incastrata ieri tra le porte del trenino FLP a Magliaso è tornata a casa. Lo ha detto oggi il direttore delle Ferrovie luganesi Roberto Ferroni ai microfoni della RSI. "La famiglia ci tiene informati delle condizioni della piccola", ha detto Ferroni. Le sue condizioni di salute sono migliorate. 

La bambina, lo ricordiamo, stava salendo ieri sull'ultima carrozza del trenino diretto a Lugano, per andare a scuola alle Medie di Serocca. A quella fermata, però, l'ultima carrozza sosta in curva, e questo potrebbe aver impedito al macchinista di accorgersi di quanto stava accadendo. Il treno si era poi fermato poco dopo, quando un passeggero ha tirato il freno d'emergenza. La bimba, subito soccorsa da un ragazzo, ha riportato ferite giudicate gravi in un primo momento, ma la sua vita non sarebbe in pericolo.

In corso un'inchiesta per appurare la dinamica esatta dell'incidente.

13 marzo 2018 18:18
Red. Online


Condividi

Articoli suggeriti

“Io su quel treno non dovevo neanche esserci”

Tragedia sfiorata a Magliaso: parlano Aurelio Giudici e Gora Diop, i due uomini intervenuti per evitare il peggio alla bimba trascinata dal convoglio
Lugano

Tragedia sfiorata, bimba trascinata dal trenino

La giovane è rimasta incastrata con un piede nella porta di un vagone - Salvata grazie all'intervento di due passeggeri - SONDAGGIO, FOTO E VIDEO
Lugano