3/5

Foa torna nelle librerie con il secondo atto de “Gli stregoni della notizia”

Il nuovo saggio del CEO del Gruppo Corriere del Ticino sarà presentato domani, martedì 13 marzo, all'USI di Lugano

LUGANO - Com'è possibile che certe notizie appaiano per poi improvvisamente scomparire senza un apparente motivo? L'allarme rispetto alle fake-news è reale o strumentale? Sono alcune delle domande che saranno affrontate domani, martedì 13 marzo, alle 18 nell'aula A11 del campus di Lugano dell'USI, in occasione della presentazione del saggio del CEO del gruppo editoriale Corriere del Ticino, Marcello Foa, intitolato "Gli stregoni della notizia. Atto II. Come si fabbrica informazione al servizio dei governi", edito da Guerini e Associati.

L'incontro, organizzato dall'Osservatorio europeo di giornalismo (EJO) dell'Istituto di media e giornalismo della Facoltà di scienze della comunicazione dell'USI, sarà condotto dal giornalista Michele Fazioli, che dialogherà con l'autore. Nel saggio, che aggiorna e amplia il primo testo pubblicato nel 2006, si racconta come e perché sia possibile orientare e all'occorrenza manipolare l'informazione, spesso all'insaputa degli stessi giornalisti.

Attraverso aneddoti e retroscena sui grandi fatti recenti - dalla guerra in Iraq a quella in Siria, dalla vicenda politica di Renzi a quella di Macron, fino, appunto, al fenomeno delle fake-news - il libro svela le logiche, le tecniche e i trucchi usati dai grandi persuasori al servizio delle istituzioni internazionali.

01 marzo 2018 11:34
Red. Online


Condividi