3/5

Il nuovo Patriziato di Arogno e Bissone può nascere

I cittadini chiamati ad esprimersi in votazione consultiva lo scorso 9 settembre avevano confermato all'unanimità la volontà di aggregarsi

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha decretato l'aggregazione dei Patriziati di Arogno e Bissone. I cittadini patrizi, chiamati ad esprimersi in votazione consultiva lo scorso 9 settembre, hanno confermato all'unanimità la volontà di aggregarsi. Preso atto di questo responso, il Consiglio di Stato ha quindi decretato formalmente la nascita del nuovo Patriziato di Arogno e Bissone. Grazie all'unione delle loro forze, i cittadini patrizi dei due Enti aggregati potranno continuare a salvaguardare e promuovere i propri beni a beneficio della collettività. Il Governo, che tramite il Dipartimento delle istituzioni ha accompagnato e sostenuto passo dopo passo la procedura di aggregazione, esprime piena soddisfazione per l'esito finale positivo. Questa aggregazione si inserisce, infatti, nella strategia cantonale di promozione e valorizzazione dei Patriziati quali Enti locali fondamentali e sussidiari nei confronti dei Comuni. L'elezione dell'Ufficio patriziale, che determinerà formalmente la nascita del nuovo Patriziato di Arogno e Bissone, è prevista a inizio 2019.

08 novembre 2018 14:52
Red. Online


Condividi

Prossimi articoli

La rosa socialista è in orbita elettorale

Il Congresso del PS ha ratificato all’unanimità la lista dei candidati al Governo – Il presidente Righini: “La paura c’è, ma possiamo anche vincere” - FOTO e VIDEO
Cantone

“Consigliere, lei è andato in vacanza con…?”

La Commissione parlamentare d’inchiesta ha scritto a Beltraminelli, Bertoli, Gobbi, Vitta e Zali sulla base di alcune dichiarazioni di Sansonetti
Cantone