3/5

Ogni anno almeno 18 ore di civica

Da settembre alle medie la materia sarà separata dalla storia – Sulla licenza finale figurerà però un’unica nota

BELLINZONA - Diciotto ore all'anno in prima e seconda media e 36 sia in terza che in quarta. È questa la dotazione che a partire da settembre sarà riservata all'insegnamento della civica e dell'educazione alla cittadinanza e alla democrazia. «In questo modo pensiamo di aver recepito la volontà popolare» ha sottolineato il direttore del DECS Manuele Bertoli, presentando le modalità di applicazione del testo approvato dal 63,4% dei cittadini il 24 settembre del 2017.

«Abbiamo cercato di fare quadrare il tutto, con l'obiettivo però di implementare qualcosa di sensato» ha proseguito. Sì perché la soluzione confezionata dalla Commissione scolastica prima e accolta poi da Parlamento e popolo non è stata seguita alla lettera. Il numero minimo di ore – almeno due al mese – è stato rispettato, ma su altri punti il DECS ha dovuto correggere leggermente il tiro. «In primis a livello di costi» ha spiegato Bertoli: «Non è stato possibile introdurre il nuovo modello senza oneri supplementari come richiesto.

I particolari sul giornale
Edizione del 13 Giugno 2018 a pagina 8
13 giugno 2018 06:06
M.S.


Condividi

Prossimi articoli

Arriva il caldo, ecco come affrontarlo

Previsti aumenti di temperature e umidità - I consigli del DSS, anche per le allerte canicola
Cantone

Spese del telefonino: solo Bertoli ha rinunciato al rimborso

Claudio Zali chiarisce la posizione dei consiglieri di Stato sul dossier rispondendo a un'interpellanza di Matteo Pronzini
Cantone

Una nuova rotta per il Ministero pubblico

Il Ministero pubblico ticinese si appresta ad avviare già dalle prossime settimane una serie di modifiche interne che accompagneranno l'entrata in funzione del nuovo Procuratore generale Andrea Pagani
Cantone