3/5

“In ogni caso la LIA è fuorilegge”

Il direttore della Comco Heinemann non crede che sarà possibile mantenere la Legge sugli artigiani in Ticino - "Anche aziende di altri cantoni devono poter lavorare a sud delle Alpi"

BERNA/BELLINZONA - "Siamo scettici sulla possibilità che in Canton Ticino si possa mantenere la Legge sulle imprese artigianali (LIA)". Lo ha dichiarato il direttore della Comco, Andreas Heinemann, intervistato dal Corriere del Ticino oggi a Berna in occasione della conferenza annuale della Commissione della concorrenza. Heinemann è convinto che, in ogni caso, "la LIA violi la Legge federale sul mercato interno (LMI)". 

I ricorsi contro le sentenze del Tribunale amministrativo ticinese (TRAM) riguardanti la LIA sono arrivati ieri al Tribunale federale di Losanna (Vedi Suggeriti). Tra le motivazioni, i ricorrenti hanno sottolineato la differente situazione del mercato del lavoro in canton Ticino rispetto al resto della Svizzera. Ma la Comco - ha spiegato il suo numero uno - "ha analizzato possibili fattori straordinari che potessero giustificare una regolamentazione diversa per il Ticino, ma non ne ha trovati".

"Anche togliendo l'obbligo di pagare una tassa, quello di registrazione è già un problema - continua - perché la Legge federale sul mercato interno pone limiti chiari: il mercato fra cantoni deve essere libero".

E ora? Per Heinemann è compito del Canton Ticino adeguare le proprie normative per renderle conformi alla legge federale. "È di massima importanza che la Legge sul mercato interno raggiunga il suo obiettivo: anche gli artigiani di altri cantoni devono poter offrire i propri servizi in Ticino. Sono aziende che nei propri cantoni soddisfano ogni criterio per essere attivi sul mercato. Perché devono essere obbligati a soddisfarne altri e del tutto speciali in un altro cantone? Altrimenti ci ritroveremmo di nuovo in un'epoca in cui esistono confini di mercato cantonali, che è esattamente quanto la LMI vuole evitare", ha concluso il direttore della Comco.

 

17 aprile 2018 14:05
gvn


Condividi

Articoli suggeriti

Contro la LIA al Tribunale federale

Sono arrivati a Losanna i ricorsi in opposizione alle sentenze del TRAM sulla Legge sulle imprese artigianali
Cantone

Sulla Lia il Governo tira dritto

Nonostante le sentenze del TRAM, il CdS proroga il termine per l'inoltro delle richieste di rinnovo dell'iscrizione all'albo - Renzo Ambrosetti si dice seccato della presa di posizione
Cantone

L`UAE: si abolisce la LIA? Fuori luogo essere a Espoprofessioni

L'Unione delle associazioni dell'edilizia critica la decisione del Governo in direzione dell'abolizione della legge sulle imprese artigianali - Logo di sensibilizzazione per i giovani
Cantone

“La LIA va abrogata”

Il Consiglio di Stato ha incaricato il Dipartimento del territorio di "intraprendere i passi necessari all'abrogazione della normativa" - La palla passa al Parlamento
Cantone

Per la LIA si mette male

Accolti due ricorsi della COMCO contro l'albo degli artigiani - "Viola la legge sul mercato interno"
Cantone