3/5

Strage sventata: “Siamo ancora increduli”

Ad un mese di distanza dagli eventi che hanno scosso l'istituto scolastico, la presa di posizione dei docenti della Commercio di Bellinzona

BELLINZONA - "Sono passate alcune settimane da quando un allievo della Scuola cantonale di commercio – la scuola in cui noi lavoriamo – è stato fermato dalla polizia in quanto accusato di voler compiere delle azioni gravissime. La notizia ci ha profondamente scossi e impressionati, tanto che sono state necessarie molte discussioni sia tra di noi sia con i nostri allievi per riuscire a capacitarci di una situazione che ci lascia ancora increduli. Molte cose sono già state dette nelle scorse settimane, e da più parti si sono potute sentire e leggere varie analisi di diverso tenore". Inizia così la presa di posizione di un gruppo di docenti della Scuola cantonale di Commercio di Bellinzona che è stata sottoscritta da 44 colleghi (primi firmatari Roberto Ferrari, Mattia Noseda, Matteo Rossi, Tommaso Soldini, Marco Bassi, Ronny Bianchi, Natalia Lepori, Yari Moro e Paolo Pontinelli) e pubblicata all'albo dell'istituto cittadino. Presa di posizione con la quale gli insegnanti – al di là del discorso sulle responsabilità del giovane ricoverato alla clinica psichiatrica cantonale con l'accusa di atti preparatori di assassinio, responsabilità che dovranno essere chiarite dalla Magistratura – desiderano "esprimere vicinanza umana allo studente che in questi ultimi tre anni ha condiviso con noi i tempi e gli spazi della scuola e che adesso si trova ad affrontare le conseguenze di ciò che sarebbe potuto accadere. I fatti che gli sono imputati, innegabilmente, sono il frutto di una sua ingestibile sofferenza, una sofferenza che ci colpisce e ci interroga". 

I particolari sul giornale
Edizione del 11 Giugno 2018 a pagina 11
11 giugno 2018 06:00
Red. Bellinzona


Condividi

Articoli suggeriti

“Non è solo un elemento a far scattare l`allarme”

Parla Marina Lang Bindella, dal 2016 psicologa della Polizia cantonale e delle Strutture carcerarie e in prima linea nell'azione per sventare la strage alla Commercio
Cantone

“Il Ticino resta un cantone sicuro”

STRAGE SVENTATA - Le rassicurazioni di Governo e polizia nella serata organizzata dal CdT
Bellinzona

“La strage sventata, le nostre paure”

Questa sera va in scena il dibattito sulla vicenda della Scuola cantonale di Commercio di Bellinzona che ha portato all'arresto di uno studente - Il VIDEO in diretta dalle 20
Bellinzona

Quel movente che non si trova

Strage sventata alla Commercio: gli inquirenti stanno setacciando il materiale sequestrato al giovane - Si sta inoltre verificando l'eventuale presenza di complici
Bellinzona

Commercio sotto shock, niente esami

BELLINZONA - Posticipate le prove scritte in programma domani per alcune classi di terza della scuola - Il 19.enne agli arresti minacciava di colpire proprio martedì
Bellinzona

“Martedì non farti vedere a scuola”

L’invito del diciannovenne arrestato ad alcuni compagni della Commercio di Bellinzona – La detenzione è stata prolungata fino a fine luglio – Parla lo psichiatra Graziano Martignoni
Bellinzona

Il giovane rimarrà dietro le sbarre

Il giudice dei provvedimenti coercitivi ha ordinato questo sabato la carcerazione preventiva del 19.enne sospettato di aver preparato un attacco alla commercio di Bellinzona
Bellinzona