3/5

La calda estate bellinzonese

Dal 25 maggio al Parco urbano la quarta edizione della manifestazione sportiva e ricreativa promossa dal Comune

BELLINZONA - Calcio giocato e soprattutto guardato con i mondiali su maxischermo, concerti dal rap alla musica tradizionale, esibizioni ginniche dallo zumba al twirling passando per gli spettacoli di boxe, giochi ed eventi speciali per i bambini e tanta cucina tra griglia e take away asiatico. Ce ne sarà per tutti i gusti dal 25 maggio al 15 luglio in città grazie a BelliEstate, la manifestazione sportiva e ricreativa organizzata per la quarta volta dal Comune. Dopo i primi tre anni nei pressi dello stadio comunale, la novità principale è proprio la sede. BelliEstate si terrà infatti al Parco urbano in fase di realizzazione a fianco del bagno pubblico. Saranno ben sette le settimane di svago in cui, appunto, verrà testata la funzione del Parco come sede per le manifestazioni. «La speranza è quella di farlo conoscere alla gente», ha sottolineato oggi presentando il programma alla stampa il municipale Mauro Minotti, a capo del Dicastero sport e presidente dell'ente autonomo Bellinzona Sport, diretto da Alessandro Lava, che si occupa dell'organizzazione con il coordinamento di Franco Luca e Daniele Melzani. Il calcio d'inizio, è proprio il caso di dirlo, è previsto venerdì della prossima settimana, 25 maggio. Alle 18.30 su uno dei campi del Parco le squadre delle città di Bellinzona e Lugano, formate in primis dalle rispettive autorità, daranno vita a un derby calcistico. Il programma completo e aggiornato può sempre essere consultato sul sito www.belliestate.ch.

I particolari sul giornale
Edizione del 17 Maggio 2018 a pagina 14
16 maggio 2018 17:15
SIBER


Condividi

Prossimi articoli

Bedretto al centro del mondo

In primavera nell'Alto Ticino inizieranno degli esperimenti sulla geotermia in un cunicolo in disuso - I test dureranno dieci anni per un costo di 20 milioni
Bellinzona

Escursionista muore dopo una caduta di 200 metri

L'uomo si trovava sul Passo di Lucendro con un conoscente, quando è precipitato dal sentiero - La salma trasportata ad Airolo dalla Rega
Bellinzona