3/5

Bellinzona, il travertino fa già cilecca?

Piccole fessure nella pavimentazione interna della stazione FFS inaugurata un anno e mezzo fa

BELLINZONA - Piccole buche, alcune crepe, lievi fessure. La pavimentazione dell'atrio e del sottopasso della stazione FFS di Bellinzona inaugurata nell'ottobre del 2016 qua e là sembra già fare cilecca. Quanto segnalato da un lettore del CdT trova conferma facendo un sopralluogo. Abbiamo chiesto alle FFS se sono a conoscenza del (parziale) deterioramento del materiale scelto, quel travertino romano che aveva fatto discutere per la sua provenienza (italiana), quando la nostra regione è ricca di pietra naturale. «Le FFS tengono costantemente sotto controllo lo stato della pavimentazione», risponde il portavoce dell'azienda Patrick Walser. Le FFS hanno concluso una sorta di contratto di manutenzione per eseguire eventuali stucchi, riparazioni e levigature del travertino.

I particolari sul giornale
Edizione del 16 Aprile 2018 a pagina 11
16 aprile 2018 06:00
SIBER


Condividi

Prossimi articoli

Officine, “servono contratti vincolanti”

Gianni Frizzo: "Si va verso il declino programmato con i carri merci in Germania e meno ore lavoro per le locomotive"
Bellinzona

Insultò Leuthard: viene riassunto

Bellinzona, le FFS hanno rivisto la loro decisione sull'operaio delle Officine che su Facebook si scagliò pesantemente contro la consigliera federale
Bellinzona

“Le armi? Sono per la caccia”

Gorduno, così si difende l'uomo arrestato in un ristorante che ha la passione per l'arte venatoria - Gli inquirenti vogliono vederci chiaro: molto probabile una perizia psichiatrica
Bellinzona