3/5

“Se stasera vince il Belgio, bara offerta al primo che muore”

Bizzarra proposta di un'impresa di onoranze funebri che, in caso di vittoria dei diavoli rossi contro il Brasile, ha deciso di regalare la cassa con i colori della Nazionale al primo deceduto

BRUXELLES - La proposta è decisamente bizzarra. Forse anche un pochino macabra. Tant'è: in Belgio, nella provincia del Lussemburgo, un'impresa di pompe funebri ha deciso che, in caso di vittoria dei diavoli rossi contro il Brasile durante la partita dei quarti di finale di questa sera, offrirà la bara al primo deceduto. E non si tratta di un feretro qualunque: la bara di cui si parla, ritratta in un paio di fotografie allegate alla proposta del gerente dell'impresa, è decorata con i colori della Nazionale belga.

"In caso di vittoria dei diavoli rossi questa sera, le pompe funebri Centre Ardenne offrono al primo che decede il servizio funebre unicamente con la bara con i colori della Nazionale in un raggio di 50 chilometri et il ricevimento dopo la cerimonia funebre sarà offerto dall'auberge Gourmande di Redu. Vi auguriamo una buona partita". Questo quanto scritto su Facebook dal proprietario della ditta.

Insomma - lungi da chi scrive giudicare quest'offerta - ma in caso di vittoria del Belgio, speriamo almeno che il primo deceduto della regione non sia proprio un brasiliano...

06 luglio 2018 15:38
L.B.


Condividi

Prossimi articoli

Marc Gasol, il campione di basket che salva i migranti

Il giocatore dell'Nba era a bordo della nave che ha soccorso una donna lasciata alla deriva: "Le persone vulnerabili vengono abbandonate in mare, voglio essere un esempio per i miei figli"
Curiosità

Una cura piccante contro l'obesità

Una ricerca basata su una sostanza presente nel peperoncino ha permesso di rilevare una perdita di peso a lungo termine e un miglioramento della salute metabolica nei topi
Curiosità

La Gioconda di blu vestita e lo sfottò è garantito

Su Twitter il museo del Louvre fa arrabbiare gli italiani con l'immagine della Gioconda vestita con la maglia della Nazionale francese
Curiosità