3/5

Arriva il “matrimonio light”

Via libera all'unione civile anche per una coppia etero in Gran Bretagna: previsti diritti e impegni più leggeri rispetto alle nozze classiche

LONDRA - Via libera all'unione civile anche per una coppia eterosessuale in Gran Bretagna, come una sorta matrimonio light. Lo ha deciso con una sentenza innovativa la Corte Suprema del Regno, accogliendo il ricorso presentato da Rebecca Steinfeld, 37 anni, e Charles Keidan, 41 anni, di Londra, che chiedevano di vedersi riconosciuto il diritto a questo tipo di partnership (prevista originariamente per le coppie omosessuali) al posto delle nozze tradizionali.

La Corte Suprema ha giudicato l'applicazione esclusiva del Civil Partnership Act del 2004 alle coppie dello stesso sesso incompatibile con il dettato della Corte Europea per i Diritti Umani.

L'unione civile prevede diritti e impegni assimilabili a quelli del matrimonio (in materia di eredità, pensioni e tasse), ma più leggeri.

In Gran Bretagna era nata come una risposta alle istanze del movimento Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transgender )14 anni fa. Tuttavia, essendo rimasta in vigore anche dopo il varo nel 2014 della legge sulle nozze gay, rischiava di sancire ormai secondo vari giuristi una forma di disparità se non concessa pure alle coppie etero.

27 giugno 2018 12:15
ats


Condividi

Prossimi articoli

Marc Gasol, il campione di basket che salva i migranti

Il giocatore dell'Nba era a bordo della nave che ha soccorso una donna lasciata alla deriva: "Le persone vulnerabili vengono abbandonate in mare, voglio essere un esempio per i miei figli"
Curiosità

Una cura piccante contro l'obesità

Una ricerca basata su una sostanza presente nel peperoncino ha permesso di rilevare una perdita di peso a lungo termine e un miglioramento della salute metabolica nei topi
Curiosità

La Gioconda di blu vestita e lo sfottò è garantito

Su Twitter il museo del Louvre fa arrabbiare gli italiani con l'immagine della Gioconda vestita con la maglia della Nazionale francese
Curiosità