3/5

Juncker: "La Svizzera deve fare presto"

Il presidente della Commissione UE alla TSR: "Berna si sbrighi a trattare con l'Europa" - E sul nostro cantone: "Continuerò a voler bene ai ticinesi anche se non mi è piaciuto quando hanno votato a destra"

BERNA - Jean-Claude Juncker, reduce dalla plenaria di Strasburgo, giovedì, intervistato dalla televisione romanda RTS, ha affermato che la Svizzera deve trovare presto "un'intesa d'insieme" con l'Unione europea perché "il tempo stringe". "Negoziate e concludete con me: entro un anno - ha specificato - non ci sarò più e vedrete". C'è di mezzo anche la Brexit e la difficile trattativa con la Gran Bretagna: "Non vogliamo che i negoziati si accavallino". Ma la Svizzera un giorno potrebbe ancora entrare nell'Unione Europea? "Un tempo - ha proseguito Juncker - credevo di sì, ma non mi faccio più illusioni: gli svizzeri non rinunceranno alla loro sovranità". In conclusione un accenno al Ticino, dove l'alto funzionario europeo è stato spesso in passato: "Continuerò a voler bene ai ticinesi - ha chiosato - anche se non mi è piaciuto quando hanno votato a destra".

14 settembre 2018 00:04
Red. Online


Condividi

Prossimi articoli

Oggi PLR e PPD designano i candidati per il Consiglio federale

Il 5 dicembre l'Assemblea federale stabilirà poi chi saranno i successori di Doris Leuthard e Johann Schneider-Ammann
Politica