3/5

Scandalo AutoPostale, silurata la direzione

Al posto di Susanne Ruoff è stato nominato ad interim il suo sostituto Ulrich Hurni

BERNA - Dopo le dimissioni della direttrice Susanne Ruoff (vedi suggeriti) non sembra placarsi lo scandalo AutoPostale. Tutti i membri della direzione di AutoPostale sono stati silurati con effetto immediato dal Consiglio d'amministrazione della Posta. La decisione è stata presa sulla base della perizia condotta dagli esperti indipendenti per far luce sulle irregolarità contabili.

"Viene a mancare il fondamentale rapporto di fiducia per un'ulteriore collaborazione con Susanne Ruoff. A causa del venir meno della fiducia, il Consiglio d'amministrazione ha deciso di esonerare l'intera direzione di AutoPostale. Alla luce di questo fatto la direttrice generale ha presentato le proprie dimissioni ed è stata esonerata con effetto immediato. La direzione è assunta ad interim dal suo sostituto Ulrich Hurni" si legge nella nota diffusa dalla Posta. Anche la responsabile della revisione interna lascerà la Posta. 

Il Consiglio federale non dà lo scarico totale al CdA
Anche il Consiglio Federale, in una nota diffusa stamane, ha fatto sapere di non aver accordato, nella sua seduta di venerdì scorso, lo scarico totale al consiglio d'amministrazione della Posta per l'esercizio 2017. "All'origine della decisione – si legge nella nota del CF - vi sono le irregolarità riscontrate in relazione al beneficio di sussidi da parte di AutoPostale SA per il traffico regionale viaggiatori". Il Consiglio federale farà inoltre esaminare esternamente il governo d'impresa.

11 giugno 2018 11:26
ats


Condividi

Articoli suggeriti

AutoPostale, Susanne Ruoff si dimette

La direttrice della Posta ha presentato venerdì le sue dimissioni in seguito allo scandalo delle manipolazioni contabili
Cronaca

“Trucchi contabili anche per chiudere uffici postali”

È l'accusa del consigliere nazionale Mathias Reynard ai vertici della Posta - Annunciate ieri le dimissioni della direttrice Susanne Ruoff
Cronaca