3/5

Ju 52: concluse le operazioni di recupero delle vittime e dei rottami

I sentieri della zona del Piz Segnas, teatro della tragedia, sono di nuovo percorribili - Alle 18 lo spazio aereo della regione sarà di nuovo agibile

BERNA - Si sono concluse le operazioni di recupero delle vittime dell'incidente aereo avvenuto sabato nei Grigioni. Anche i rottami del velivolo, uno Ju 52, e gli effetti personali dei 17 passeggeri e dei 3 uomini dell'equipaggio morti nello schianto sono stati trasportati a valle, ha indicato oggi pomeriggio il Ministero pubblico della Confederazione (MPC).

I sentieri della zona del Piz Segnas, teatro della tragedia, sono di nuovo percorribili. Alle 18.00 verrà inoltre nuovamente reso agibile lo spazio aereo della regione, che era stato bloccato dall'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC).

I lavori di recupero si sono conclusi grazie all'impegno straordinario, sia dal profilo psichico che da quello fisico, di tutte le persone intervenute, sottolinea la procura federale in un comunicato. Sono state coinvolte la polizia grigionese, il Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI), i pompieri, la Rega, l'aeronautica militare, il Club Alpino Svizzero, la protezione civile, il Care Team Grischun, il comune di Flims e l'Ufficio cantonale per la natura e l'ambiente.

Con il coordinamento dell'MPC avverrà ora l'identificazione formale delle 20 vittime e verranno proseguite le indagini sul sinistro. L'inchiesta penale della procura federale avviene in parallelo con le indagini effettuate dal SISI, chiamato a stabilire la causa di quanto successo. Questi accertamenti dureranno diverse settimane o addirittura mesi, precisa l'MPC.

07 agosto 2018 17:19
ats


Condividi

Prossimi articoli

Non stringi la mano al sesso opposto? Niente cittadinanza

Il Municipio di Losanna non ha autorizzato il rilascio del passaporto svizzero a una coppia che "rifiuta di rispettare l'ugualiganza uomo-donna"
Cronaca

Swiss Re tra gli assicuratori di Autostrade per l'Italia

Lo ha indicato una portavoce del gruppo zurighese senza fornire dettagli sulla copertura dei costi
Cronaca

Nessun futuro per i piccoli ghiacciai

Il glaciologo Matthias Huss del Politecnico federale di Zurigo evidenzia i limiti delle misure di protezione del clima
Cronaca