3/5

Nestlé torna sugli scaffali di Coop

La multinazionale di Vevey e Agecore, di cui fa parte anche Coop Svizzera, avrebbero trovato un compromesso

ZURIGO - La vertenza che oppone Nestlé ai grandi dettaglianti europei potrebbe essere risolta: stando a quanto afferma l'edizione odierna della Frankfurter Allgemeine Zeitung (FAZ) le parti avrebbero trovato un compromesso su ribassi e condizioni di vendita. Secondo il quotidiano tedesco, che cita una fonte che avrebbe partecipato alle discussioni, l'accordo con Agecore non sarebbe però ancora stato firmato: questo avverrà nei prossimi giorni.

Agecore è un'alleanza di acquisto creata nel 2015 da importanti dettaglianti europei: vi fanno parte la svizzera Coop, la tedesca Edeka, la francese Intermarché, la belga Colruyt, l'italiana Conad e la spagnola Eroski.

Insieme questi marchi contribuiscono secondo stime a circa due miliardi di franchi al fatturato di Nestlé e hanno mosso critiche per i prezzi di acquisto giudicati troppo elevati. Non avendo ottenuto ragione hanno cominciato a togliere dagli scaffali numerosi articoli della multinazionale di Vevey (VD).

Stando alla fonte citata dalla FAZ Nestlé si è mostrata pronta a fare concessioni riguardo a un maggiore contributo nelle campagne pubblicitarie comune. Nessun commento ufficiale a queste indiscrezioni è arrivato dalle parti coinvolte.

17 aprile 2018 09:18
ats


Condividi

Prossimi articoli

Laghi e fiumi svizzeri hanno sete

La carenza di pioggia sta mettendo a dura prova parecchi corsi d'acqua elvetici - Il clima secco pesa anche sull'agricoltura
Cronaca

Un pulsante può influenzare le elezioni?

Una controversa funzione di Facebook che ricorda ai cittadini di votare potrebbe sbarcare anche in Svizzera
Cronaca

L'escavatore finisce nel lago, grave un operaio

Un 34.enne è rimasto ferito a Sufers (GR) mentre lavorava per l'ampliamento della strada cantonale - Difficile il recupero del mezzo di 6 tonnellate
Cronaca