3/5

Vaud, a processo padre incestuoso di otto figli

L'uomo è accusato di aver abusato sessualmente e picchiato i ragazzi, tre femmine e cinque maschi - La moglie è accusata di complicità

LOSANNA - Il Tribunale del circondario della Broye e del Nord vodese ha esaminato oggi un caso particolarmente squallido: un uomo è accusato di aver seviziato e abusato in diversi modi degli otto figli, mentre alla moglie sono rimproverate violenze, violazioni del dovere di assistenza o educazione e complicità negli atti commessi dal marito.

Interrogato al riguardo dai giudici, il vodese ha negato di aver abusato sessualmente dei figli, tre femmine e cinque maschi nati fra il 1996 e il 2014. La loro versione contrasta con quella del padre.

I ragazzi, ad eccezione dei più giovani, affermano di essere stati picchiati fin da piccoli. Poi il padre, che già malmenava e stuprava la moglie, ha sottoposto ad atti sessuali la figlia maggiore, quando la bambina aveva otto anni.

"Tutte le sere, papà veniva nella mia camera. Non potevo fare niente, mi costringeva a fare l'amore", ha dichiarato piangendo una delle sue vittime. L'imputato ha minacciato a più riprese i figli affermando che se un giorno dovesse andare in prigione, ucciderebbe l'intera famiglia non appena liberato.

Agli abusi sono stati sottoposti anche i maschi. "Per giocare al computer, dovevamo toccare il pisello di papà", ha dichiarato uno dei ragazzi, aggiungendo di sperare che al termine del processo "papà rimanga in prigione".

I bambini sono stati maltrattati nonostante l'intervento, dal 1997, del Servizio vodese di protezione della gioventù e l'applicazione di una curatela di assistenza educativa per tutti i figli della coppia. Oltre a tracce di colpi sono state constatate carenze affettive, turbe della socializzazione e del linguaggio, problemi di alimentazione e mancanza di igiene.

I due imputati erano assenti all'apertura dell'udienza, dato che i figli non hanno voluto confrontarsi con i genitori. Accusato di diversi reati - fra i quali incesto, stupro, esposizione a pericolo della vita altrui - il padre sarà confrontato alle dichiarazioni delle vittime e dei testimoni dopodomani.

13 marzo 2018 16:34
ats


Condividi

Prossimi articoli

Gentili sulle autolinee e ordinati sui treni

I dati raccolti sulla qualità dei trasporti pubblici regionali mostrano buoni risultati - Punteggi parzialmente insufficiente per pulizia, fermate e informazione alla clientela
Cronaca

A letto "fallo con e vinci"

Lanciata la nuova campagna "Love Life" per la lotta contro l'HIV - Un codice sui preservativi permette di aggiudicarsi ricchi premi
Cronaca

Primo colpo di pala per il centro richiedenti di Zurigo

Alla cerimonia hanno preso parte anche la consigliera federale Simonetta Sommaruga - La struttura aprirà i battenti nel 2019
Cronaca