3/5

AutoPostale: fedpol incarica due esterni per fare luce sulle irregolarità

Il titolare dell'inchiesta sarà l'ex giudice federale Hans Mathys che sarà affiancato da Pierre Cornu, giudice del Tribunale cantonale di Neuchâtel

BERNA - Due esterni sono stati chiamati per fare chiarezza sul caso delle irregolarità di AutoPostale. Nel quadro della procedura penale amministrativa avviata contro la Posta, fedpol ha nominato infatti incaricato dell'inchiesta l'ex giudice federale Hans Mathys e sostituto incaricato dell'inchiesta Pierre Cornu, giudice del Tribunale cantonale di Neuchâtel.

Il mandato era stato conferito alla fedpol dal Consiglio federale il 27 febbraio scorso, per esaminare e valutare, nel quadro di una procedura penale amministrativa, le irregolarità constatate presso l'AutoPostale SA.

"Laddove necessario - scrive in un comunicato stampa l'Ufficio federale di polizia - fedpol è autorizzato a far ricorso a esperti esterni. Ha quindi nominato Hans Mathys incaricato dell'inchiesta. Quest'ultimo, in qualità di ex giudice federale, è un esperto di diritto penale e sarà affiancato da Pierre Cornu, nominato sostituto incaricato dell'inchiesta. Pierre Cornu è giudice del Tribunale cantonale di Neuchâtel e sosterrà Hans Mathys in modo puntuale a seconda delle necessità della procedura. Entrambi potranno inoltre avvalersi del sostegno di una squadra di inquirenti e di specialisti della Polizia giudiziaria federale di fedpol".

La procedura penale amministrativa aperta ha "la priorità sulle altre indagini e audizioni avviate in materia da altre autorità od organismi", si legge nella nota.

 

13 marzo 2018 10:39
Red. Online


Condividi

Prossimi articoli

Agevolare la permanenza in Svizzera degli stranieri qualificati

La Camera del popolo con 143 sì e 41 no ha approvato una mozione in tal senso del consigliere nazionale Marcel Dobler (PLR/SG) per i settori dove ce n'è penuria
Cronaca

Nell'Amministrazione federale si parla ancora poco italiano

Centro studi sulla democrazia di Aarau: la promozione del plurilinguismo nell'Amministrazione federale funziona
Cronaca