3/5

Unipolisi: due persone in manette

I vertici dell'ateneo si sono resi irreperibili dopo aver intascato le rette degli studenti iscritti alle facoltà di Scienze infermieristiche e Fisioterapia

LUGANO - Sono scattate le manette per due persone legate all'istituto Unipolisi, con sede didattica a Disentis, nel Canton Grigioni. I vertici dell'ateneo si sono resi irreperibili dopo aver intascato le onerose rette degli studenti. Al centro dello scandalo vi sarebbero le facoltà di Scienze infermieristiche e Fisioterapia, quest'ultima, in particolare, molto gettonata dai giovani oltreconfine (Vedi suggeriti).

In un comunicato odierno, il Ministero pubblico segnala che è stato avviato un procedimento penale nei confronti di diverse persone e, nel mese di dicembre 2017, sono state poste in detenzione due persone, già oggetto di procedimento penale in passato per aver gestito un'analoga struttura a Chiasso (IPUS). Nei loro confronti si ipotizzano i reati di appropriazione indebita, truffa e amministrazione infedele aggravata, subordinatamente semplice. L'inchiesta è condotta dalla Procuratrice pubblica Raffaella Rigamonti.

06 febbraio 2018 16:51
Red. Online


Condividi

Articoli suggeriti

“In Svizzera per studiare, ma ci hanno truffati”

Giovani italiani iscritti a Fisioterapia e Scienze infermieristiche alla Unipolisi di Disentis, nei Grigioni, sarebbero stati raggirati
Cronaca