3/5

“Così aiutate i terroristi islamici, fermatevi!”

Dura condanna del leader della Lega Matteo Salvini sull'attacco in Siria - Il premier Gentiloni costantemente in contatto con i vertici militari

MILANO - "Stanno ancora cercando le 'armi chimiche' di Saddam, stiamo ancora pagando per la folle guerra in Libia, e qualcuno col grilletto facile insiste coi 'missili intelligenti', aiutando peraltro i terroristi islamici quasi sconfitti. Pazzesco, fermatevi. #stopwar #stopisis". Lo ha scritto il leader della Lega Matteo Salvini su Facebook, condannando l'attacco in Siria ad opera di un'azione congiunta tra Usa, Regno Unito e Francia.

Mentre il Presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni è stato costantemente informato questa notte degli sviluppi degli attacchi militari in Siria, mantenendosi in contatto con i ministri Esteri e Difesa e con i vertici militari. Gentiloni ha fatto sapere che l'Italia non ha partecipato all'azione bellica e che nessuna base militare della Penisola è stata utilizzata per condurre l'attacco.

14 aprile 2018 10:06
Red. Online/ats


Condividi