3/5

Un'azienda farmaceutica blocca una condanna a morte

Nevada - Le sostanze usate per l'iniezione letale erano state ottenute illegalmente: rinviata l'esecuzione di un omicida

WASHINGTON - Per la prima volta una azienda farmaceutica e' riuscita a bloccare una condanna a morte sostenendo che una delle sostanze scelte per l'iniezione era stata ottenuta illegalmente e che il 'cocktail' finale non era stato testato in una pena capitale. E' successo in Nevada, dove un giudice ha rinviato l'esecuzione prevista nelle prossime ore di Raymond Dozier, 47 anni, condannato per due diversi omicidi nel 2002 e nel 2005. Era stato lo stesso detenuto a chiedere di essere ucciso, "anche se è inevitabile soffrire". Ma il giudice distrettuale Elizabeth Gonzalez ha accolto il ricorso della Alvogen, che si era opposta all'uso del suo midazolam nelle pene capitali.

12 luglio 2018 06:58
ats


Condividi

Prossimi articoli

Gilet gialli bloccano depositi di carburante

Svolta sul terreno e nell'organizzazione dei manifestanti francesi
Cronaca

Trump: "Tutti sapevano dove era Osama"

Il presidente USA ha deriso l'ammiraglio dei Navy Seal a capo delle operazioni che portarono all'uccisione di Bin Laden
Cronaca

Roma sprofonda, Bolzano è la città dove si vive meglio

Nella top 3 anche Trento e Belluno - La Capitale italiana perde 18 posizioni rispetto al 2017
Cronaca