3/5

Il presidente della Marvel vittima di abusi

La polizia indaga l'ex assistente del 95.enne che avrebbe approfittato dell'avanzata età del suo datore di lavoro

WASHINGTON - La Polizia di Los Angeles sta indagando su segnalazioni di abusi ai danni del 're' della Marvel, il 95enne ex presidente e ora presidente emerito della casa editrice 'madre' di celebri supereroi Stan Lee.

Emesso un ordine restrittivo nei confronti del suo ex assistente personale, Keya Morgan, accusato di essersi inserito nella vita del suo datore di lavoro approfittando di sue fragilità sopraggiunte con l'età avanzata.

In particolare, Morgan è sospettato di aver trasferito Lee dalla sua originaria abitazione di famiglia e di aver impedito contatti con familiari e collaboratori. Morgan è stato arrestato lunedì, accusato di aver contattato il numero di emergenza della polizia affermando che vi fossero dei ladri nella sua abitazione mentre venivano invece condotti dei controlli sulle condizioni di Lee.

14 giugno 2018 08:59
ats


Condividi

Prossimi articoli

“Disastro inaspettato, il ponte non era pericoloso”

Il direttore del Tronco di Genova di Autostrade per l'Italia Stefano Marigliani spiega: "Ultimi controlli nel 2017, non era emerso nulla"
Cronaca

Quando Autostrade bocciò il nuovo ponte

In seguito al crollo di Genova, emerge un progetto dell'architetto Calatrava, ideato nel 2006 e mai portato a termine
Cronaca

Nuovo attacco a Westminster, tre i feriti

TERRORE A LONDRA - In manette l'uomo che ha scagliato l'auto contro le barriere del Parlamento: è sospettato di terrorismo
Cronaca