3/5

L'ultimo saluto ad Alfie Evans

Si è tenuto oggi a Liverpool il funerale del bambino colpito da una malattia neurodegenerativa - In migliaia per le strade

LIVERPOOL - Un funerale religioso strettamente privato, ma salutato da un'autentica manifestazione di popolo, con migliaia di persone per le strade di Liverpool: è stato questo lo scenario dell'ultimo addio ad Alfie Evans, il bambino britannico di nemmeno due anni, colpito da una grave quanto ignota patologia neurodegenerativa, morto il 28 aprile dopo il distacco dai macchinari salvavita deciso da medici e giudici del Regno contro la volontà dei genitori ventenni, Kate e Tom.

Era stata la stessa famiglia del piccolo a invocare privacy per il rito della sepoltura dopo aver rinnovato i ringraziamenti ai simpatizzanti del cosiddetto Alfie's Army e a tutti coloro che  ne hanno sostenuto in questi mesi la battaglia. Ma dicendo sì alla presenza di attivisti e gente comune al passaggio del corteo. Specie dinanzi a Goodison Park, lo stadio dell'Everton di cui papà Tom è appassionato fan, dove la folla ha osservato 11 minuti di silenzio, per poi salutare Alfie con slogan, canti, lanci di fiori e palloncini blu e viola: senza incidenti malgrado la forte emozione.

14 maggio 2018 14:26
ats


Condividi

Articoli suggeriti

Il piccolo Alfie è morto, “il gladiatore è volato via”

L'annuncio è arrivato stamani dai genitori che hanno voluto condividere il dolore per la perdita del figlio di 23 mesi, colpito da una grave patologia neuro degenerativa
Cronaca

Respinto il ricorso: Alfie non andrà in Italia

La Corte d'Appello di Londra non autorizza il trasferimento del bambino malato da Liverpool a un ospedale della Penisola
Cronaca

Alfie resiste ma la Corte nega il trasferimento in Italia

IL CASO DEL BIMBO MALATO TERMINALE - L'Italia è pronta ad accoglierlo ma la giustizia britannica dice "no"
Cronaca

Per Alfie il giudice fissa una nuova udienza

IL CASO DEL BIMBO MALATO TERMINALE - Dopo gli sviluppi di queste ore le parti sono convocate a Manchester - Intanto l'infante potrebbe essere trasportato a Roma
Cronaca

Alfie è ancora vivo grazie alla respirazione bocca a bocca

Dopo l'ordine di staccare il respiratore pronunciato dal giudice britannico, gesto estremo dei genitori per salvare il proprio figlio
Cronaca

Il piccolo Alfie non verrà tenuto in vita

La CEDU ha rifiutato il ricorso presentato dai genitori del bimbo affetto da una grave malattia neurodegenerativa
Cronaca