3/5

Indonesia, kamikaze tutti della stessa famiglia

Le persone che si sono fatte esplodere contro tre chiese cristiane a Surabaya sono parenti - Tra loro anche bambini e adolescenti

BANGKOK - I kamikaze che si sono fatti esplodere questa mattina, contro tre chiese cristiane a Surabaya, in Indonesia (vedi suggeriti), fanno tutti parte della stessa famiglia. Tra loro anche bambini e adolescenti. Lo riferisce la polizia indonesiana.

Gli attacchi che hanno provocato almeno 11 morti e 41 feriti, sono stati rivendicati dall'Isis.

La famiglia di kamikaze era reduce dalla Siria, dove fino a poco tempo fa l'Isis controllava parte del territorio. Secondo la polizia, la madre si è fatta esplodere con due figli di 12 e 9 anni, mentre il padre e altri due figli adolescenti di 18 e 16 anni hanno azionato le bombe all'esterno delle altre due chiese.

13 maggio 2018 13:34
ats


Condividi

Articoli suggeriti

Triplice attentato in chiese indonesiane, 11 morti

A Surabaya una serie di attacchi kamikaze ha provocato anche 41 feriti - Tra gli attentatori pure una donna velata che si è fatta saltare in aria assieme ai figli
Cronaca