3/5

L'ONU boccia la richiesta della Russia

La bozza di risoluzione proposta dalla Russia che "condannava l'aggressione contro la Siria da parte degli Stati Uniti" è stata rispedita al mittente

NEW YORK - Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha bocciato una bozza di risoluzione proposta dalla Russia che "condannava l'aggressione contro la Siria da parte degli Stati Uniti e dei suoi alleati, in violazione delle leggi internazionali e della Carta delle Nazioni Unite". Il testo ha ottenuto solo 3 voti a favore (Russia, Cina e Bolivia), 8 contrari e 4 astenuti. Non è stato necessario il veto di Usa, Gran Bretagna e Francia.

In precedenza l'ambasciatore russo alle Nazioni Unite, Vassily Nebenzia, aveva lanciato un duro attacco al Consiglio di sicurezza dell'Onu contro gli Stati Uniti, definendo i raid contro obiettivi in ​​Siria un'azione aggressiva di Washington e dei suoi alleati (Regno Unito e Francia). "Gli Usa stanno ulteriormente aggravando una situazione umanitaria già catastrofica", ha detto Nebenzia, che ha accusato Washington di destabilizzare con la sua "escalation" tutto il Medio Oriente.

Secondo il diplomatico russo, Trump e i suoi alleati ignorano la legge internazionale e questa azione "neocoloniale" richiama il comportamento degli "hooligans". "Questo è teppismo nelle relazioni internazionali, e non teppismo minore, dato che stiamo parlando di grandi potenze nucleari".

"Il Consiglio di sicurezza è stato completamente ignorato e la sua autorità è stata minata", ha tuonato ancora Nebenzia, annunciando che la sua delegazione sta proponendo una "breve" bozza di risoluzione per chiedere al Consiglio di sicurezza dell'Onu di condannare gli attacchi missilistici.

14 aprile 2018 20:10
Red. Online


Condividi

Prossimi articoli

Tanzania: affonda traghetto, 86 morti

Si è rovesciato al largo della città di Mwanza nelle acque del lago Vittoria
Cronaca

Florence fa altri 4 morti: il bilancio sale a 41

Cresce ancora il numero delle vittime attribuite all'uragano in Carolina
Cronaca

CdA della RAI, ok a maggioranza a Foa presidente

La Commissione di vigilanza dovrà poi sentire l'interessato e votare
Cronaca