3/5

Prende tre donne in ostaggio e si barrica, tutti morti

La sparatoria in una casa di riposo per veterani di guerra in California - Dopo ore di trattative con la polizia, il tragico epilogo

SAN FRANCISCO - Si è barricato per diverse ore con tre donne in ostaggio, l'uomo che ha preso di mira la casa di riposo per veterani di guerra più grande del Paese a Yountville, a 85 chilometri da San Francisco (California). Purtroppo le trattative con la polizia non sono servite a nulla: dopo 8 ore il sequestratore e le tre donne sono stati rinvenuti morti, in seguito a una sparatoria. L'uomo avrebbe ucciso le tre donne, non è noto se poi sia stato lui a togliersi la vita o se sia stato ucciso dagli agenti.

L'assalitore, entrato in azione verso le 10 (ora locale) durante la festa dei dipendenti della struttura, indossava un giubbotto antiproiettile ed aveva con sé un fucile automatico. La polizia ha fatto sapere che il sequestratore era un 36.enne con alle spalle una "decorosa carriera nell'esercito americano" e aveva "servito il suo Paese per un anno in Afghanistan". L'uomo era seguito da alcuni psicologi a causa di problemi mentali. 

Le tre donne prese in ostaggio erano ospiti della casa di riposo.

10 marzo 2018 08:03
Red.Online


Condividi

Prossimi articoli

Rai, via libera alla ricandidatura di Marcello Foa

La risoluzione di maggioranza targata Lega-M5S approvata dalla Commissione di vigilanza - Forza Italia si astiene
Cronaca

Scandalo tangenti, 7 anni e 6 mesi a Formigoni

L'ex governatore della Lombardia in primo grado era stato condannato a sei anni, la pena prevede anche l'interdizione a vita dai pubblici uffici
Cronaca

Malta: sequestrate 11 tonnellate di cannabis

La sostanza era stipata in una delle numerose navi-cargo che transitano dall'isola
Cronaca