3/5

Palco ai giovani, vincono i Drunky funk

Gli altri finalisti della 25.esima edizione della manifestazione: Mr Gru al secondo posto, Julie Meletta al terzo - Il premio ExtraSette, l'inserto settimanale del Corriere del Ticino, è stato vinto dagli Electronic Synthesizer Lab

LUGANO - I Drunky funk si sono aggiudicati il primo posto nella finale della 25.ma edizione di Palco ai giovani alla quale hanno partecipato 17 band esibitesi venerdì, sabato e domenica sera sul palco di Piazza Manzoni a Lugano. Al secondo posto si è classificato Mr Gru, al terzo Julie Meletta. Il premio ExtraSette, l'inserto settimanale del Corriere del Ticino, è stato vinto dagli Electronic Synthesizer Lab. Questo festival è da sempre un trampolino di lancio e una tappa fondamentale per la crescita artistica dei gruppi emergenti, nonché un'apprezzata manifestazione per tutti gli amanti della musica.

La giuria era composta dal pubblico presente in piazza e da esperti del settore, critici musicali, organizzatori di eventi e musicisti che hanno valutato le performance dei gruppi.
Ecco, in ordine alfabetico, i nomi di tutte le band che hanno dato vita alla finale:
Ale Roy (Rap/Hip Hop)
Alex Benga (Pop)
Arendal (Acoustic Rock)
Dangerous Hoaxers (Alternative Metal)
Dirty Panda (Heavy Metal)
Doomsteps (New Wave Pop Punk)
Drunky Funk (Jazz/Funk)
E-nea (Rap)
Electronic Synthesizer Lab (Electronic Jam Session)
Endless Scream (Trash Metal)
Falesya (Progressive Metalcore)
Julie Meletta (Pop)
Luca Buletti (Rock)
Mr. Gru (Rap)
Sink (Post-Rock / Math-Rock)
The Goldfish (Rock)
Von Zippen (Hard Rock)

Ospiti della finale i Bumblebees, vincitori della scorsa edizione.
Il festival è stato organizzato dalla Divisione Eventi e Congressi della Città di Lugano grazie anche al contributo di Sotell. Fondamentale il sostegno alla manifestazione da parte di: Percento culturale Migros Ticino, AIL e fondo cantonale Swisslos oltre ai media partner RSI Rete Tre, ExtraSette del Corriere del Ticino e il portale della musica svizzera mx3. Non sono mancati gli ospiti internazionali che hanno concluso ognuna delle tre serate: il rapper italiano Lazza, gli svizzeri Rootwords (Reggae/Hip-Hop) e i britannici Eliza and The Bear con il loro pop-rock.

 

21 maggio 2018 00:40
Enrico Giorgetti


Condividi

Prossimi articoli

“Lele” dei Negramaro ricoverato in gravi condizioni

Il chitarrista della nota band italiana sarebbe stato colpito da un'emorragia cerebrale mentre si trovava nella sua abitazione
Musica

Alla riscoperta del più schivo dei Pink Floyd

Dieci anni fa si spegneva a Londra Richard Wright - Tra gli autori di alcuni dei pezzi migliori della band, da Echoes a The Great Gig in The Sky
Musica

Svelato il programma di Locarno City of Guitars

Due giorni intensi che permetteranno ai fan di conoscere meglio i loro artisti preferiti grazie al "Palco Sofà" dove i chitarristi racconteranno le proprie esperienze e i propri segreti
Musica