3/5

Palco ai giovani, vincono i Drunky funk

Gli altri finalisti della 25.esima edizione della manifestazione: Mr Gru al secondo posto, Julie Meletta al terzo - Il premio ExtraSette, l'inserto settimanale del Corriere del Ticino, è stato vinto dagli Electronic Synthesizer Lab

LUGANO - I Drunky funk si sono aggiudicati il primo posto nella finale della 25.ma edizione di Palco ai giovani alla quale hanno partecipato 17 band esibitesi venerdì, sabato e domenica sera sul palco di Piazza Manzoni a Lugano. Al secondo posto si è classificato Mr Gru, al terzo Julie Meletta. Il premio ExtraSette, l'inserto settimanale del Corriere del Ticino, è stato vinto dagli Electronic Synthesizer Lab. Questo festival è da sempre un trampolino di lancio e una tappa fondamentale per la crescita artistica dei gruppi emergenti, nonché un'apprezzata manifestazione per tutti gli amanti della musica.

La giuria era composta dal pubblico presente in piazza e da esperti del settore, critici musicali, organizzatori di eventi e musicisti che hanno valutato le performance dei gruppi.
Ecco, in ordine alfabetico, i nomi di tutte le band che hanno dato vita alla finale:
Ale Roy (Rap/Hip Hop)
Alex Benga (Pop)
Arendal (Acoustic Rock)
Dangerous Hoaxers (Alternative Metal)
Dirty Panda (Heavy Metal)
Doomsteps (New Wave Pop Punk)
Drunky Funk (Jazz/Funk)
E-nea (Rap)
Electronic Synthesizer Lab (Electronic Jam Session)
Endless Scream (Trash Metal)
Falesya (Progressive Metalcore)
Julie Meletta (Pop)
Luca Buletti (Rock)
Mr. Gru (Rap)
Sink (Post-Rock / Math-Rock)
The Goldfish (Rock)
Von Zippen (Hard Rock)

Ospiti della finale i Bumblebees, vincitori della scorsa edizione.
Il festival è stato organizzato dalla Divisione Eventi e Congressi della Città di Lugano grazie anche al contributo di Sotell. Fondamentale il sostegno alla manifestazione da parte di: Percento culturale Migros Ticino, AIL e fondo cantonale Swisslos oltre ai media partner RSI Rete Tre, ExtraSette del Corriere del Ticino e il portale della musica svizzera mx3. Non sono mancati gli ospiti internazionali che hanno concluso ognuna delle tre serate: il rapper italiano Lazza, gli svizzeri Rootwords (Reggae/Hip-Hop) e i britannici Eliza and The Bear con il loro pop-rock.

 

21 maggio 2018 00:40
Enrico Giorgetti


Condividi

Prossimi articoli

L'estate mondiale dei Gotthard

Giovedì in Russia, in luglio a Praga con i Rolling Stones e poi a Castelgrande
Musica

"Che emozione portare Morricone nella mia Locarno"

Gabriele Censi, titolare della GC Events, alla vigilia dei due importanti eventi in Piazza Grande: "Un lavoro enorme per portare Schulz e il Maestro: ne vado orgoglioso" - "Prezzi dei biglietti alti? Se solo avessimo avuto più collaborazione..."
Musica

I Gotthard a Praga per un concerto veramente speciale

La rockband più famosa della svizzera aprirà il concerto dei Rolling Stones il prossimo 4 luglio
Musica