3/5

A Moon & Stars in 55 mila per i concerti di piazza Grande

Calano gli spettatori ma aumentano i visitatori della Food & Music Street - Fra gli esercenti c'è qualche malumore

LOCARNO - Anche con tre sold out - quello di sabato scorso con i Fantastischen Vier, quello di stasera, venerdì, con i Sunrise Avenue e quello annunciato per domani, sabato, con gli Scorpions - il numero degli spettatori per i concerti di piazza Grande è calato quest'anno. Erano infatti 65 mila nel 2017 mentre per l'edizione 2018 che terminerà domani, il bilancio parla di 55 mila spettatori per nove serate di musica. L'immagine del festival, per la seconda volta diretto dal gruppo Energy, è invece rimasta molto positiva nel gradimento del pubblico e a giudizio degli organizzatori e della Città, anche perché ad aumentare è stato il numero dei frequentatori complessivi della rassegna musicale, che contando pure le visite alla Food & Music Street allestita in Largo Zorzi, lo spazio dedicato alla ristorazione di Moon & Stars e animato dai concerti gratuiti sul palco della Piazza Piccola, si attesterebbe, secondo i dati diffusi dagli organizzatori, a 120 mila visitatori (lo scorso anno erano 100 mila).

Sono dati rivelati venerdì pomeriggio nel corso della conclusiva conferenza stampa in Municipio. Dove naturalmente si è anche parlato del malumore di una trentina di esercenti locarnesi, che lamentano fra l'altro un calo della loro cifra d'affari, nei confronti della manifestazione, espresso in una lettera anticipata da La Regione. "La lettera non è ancora arrivata sul nostro tavolo", ha precisato il sindaco di Locarno Alain Scherrer. "Puntare su grandi eventi come Moon & Stars resta sempre una carta vincente per Locarno, sia dal profilo dell'indotto turistico che questi appuntamenti sono in grado di generare, sia da quello dell'immagine che viene veicolata. Chi viene a Locarno non si reca qui solo per vedere un concerto ma per vivere una esperienza più ampia, una Locarno Experience. Detto ciò non possiamo sottacere il fatto che il consenso verso Moon & Stars e le sue iniziative non è assoluto. Affinché si renda possibile trovare dei compromessi e soddisfare nel limite del possibile le diverse esigenze è indispensabile mettere sul piatto della bilancia gli interessi di tutti. Proprio per questo ogni edizione di Moon & Stars è l'occasione per sedersi a un tavolo e discutere attentamente non solo dei complimenti ma anche delle critiche", ha continuato il sindaco sottolineando che il Municipio intende discutere con gli organizzatori per proporre una sorta di mediazione per trovare il migliore equilibrio possibile. Restando convinto, ha concluso Alain Scherrer "che l'indotto generato da Moon & Stars sia per la nostra regione molto importante".

Dal suo punto di vista Dani Büchi, CEO di Moon & Stars, si dice soddisfatto di questa edizione, seppure deluso dall'aver dovuto leggere le critiche degli esercenti sui giornali. "Noi siamo sempre qui, tutti i giorni, se qualcuno vuole parlare con noi può venire quando vuole, siamo sempre aperti".

I particolari sul giornale
Edizione del 21 Luglio 2018 a pagina 21
20 luglio 2018 17:44
fa.co.


Condividi