3/5

Gli occhi del mondo puntati su Locarno

Il Pardo visto dai giornalisti stranieri: tra confidenze e storie di vita - Intanto Solari traccia il profilo del futuro direttore

LOCARNO - Per undici giorni, gli occhi di tutto il mondo sono puntati su Locarno. Ma che sguardo proporranno ai loro lettori i giornalisti stranieri che seguiranno il Festival? Dal Cile all'Australia passando poi per la Germania, l'Italia e la Serbia, abbiamo incontrato i rappresentanti della stampa per scoprire se parleranno solo di film o se, al contrario, porteranno un po' di Ticino in giro per il mondo. E tra un cliché sul nostro cantone e un aneddoto personale, Piazza Grande si trasforma in un crocevia di storie e curiosità.

C'è bisogno di manager svizzeri
Intanto ha ufficialmente preso il via la 71.esima edizione del Festival. Ieri alla cerimonia d'apertura, alla presenza del presidente della Confederazione Alain Berset e del direttore del Dipartimento Educazione Cultura e Sport, il presidente della manifestazione Marco Solari ha tracciato il profilo del futuro direttore che sarà chiamato a sostituire Carlo Chatrian: "C'è bisogno di manager svizzeri".

I particolari sul giornale
Edizione del 02 Agosto 2018 a pagina 13-20-21-22
02 agosto 2018 05:05
Red. Online


Condividi

Prossimi articoli

Uno 007 analogico in un mondo digitale

Rowan Atkinson è per la terza volta il maldestro Johnny English
Cinema

Tre uomini visti da una donna

Nel documentario "Almost There" della regista svizzera Jacqueline Zünd
Cinema

Scatena il mostro alieno che c'è in te

Con "Venom" la Marvel ha un nuovo (anti)eroe cinematografico
Cinema