3/5

Dinosauri buoni, uomini no

In "Jurassic World - Il regno distrutto", quinto capitolo della serie

Jurassic World- Il regno distrutto è un blockbuster che si muove agevolmente nei territori del film d'azione e del disaster movie con omaggi epici a pellicole famose da: Indiana Jones a Lo squalo, Godzilla e Alien, resuscitando antiche paure e horror fantascientifici con tutta l'abilità registica e la sensibilità gotica di cui il regista J.A.Bayona ha dato già prova nei suoi film precedenti (The Orphanage, The Impossible, Sette minuti dopo la Mezzanotte), grazie anche ad un uso spericolato del colore e delle immagini in CGI, alternate a momenti di suspense, a escamotage, volti a far sobbalzare e terrorizzare il pubblico. Ma la novità della bulimica e ambiziosa sceneggiatura di Colin Trevorrow e Derek Connolly è di aver fatto propria una delle regole fondamentali del cinema di Steven Spielberg, che nella trama di ogni suo film, inietta dosi massicce di sentimento volte a suscitare l'empatia del pubblico verso i suoi protagonisti alle prese con disperate e drammatiche avventure. Così in questo caso tra i buoni troviamo anche qualche dinosauro, non più un mostro selvaggio, ma a buon titolo, quasi un super eroe mascherato, più simile ad E.T. di quanto non si creda. Anche perché questo film, costruito in modo da cogliere sempre il pubblico di sorpresa con l'ennesimo colpo di scena finale, svela una volta di più come il vero protagonista della storia, l'essere di gran lunga più cattivo e smaliziato; più subdolo e senza cuore, sia l'uomo, lui sì in grado di concepire progetti brillanti e folli capaci di mettere in pericolo la sopravvivenza della sua stessa specie, pur di soddisfare la propria sete di potere. Insomma anche i film di dinosauri diventano dei racconti morali e benché in certe sue sequenze Il Regno distrutto riesca ad affascinarci e ad intrattenerci, ed anche a divertirci più del previsto, l'intera storia comincia a mostrare la corda, usurata da un orizzonte narrativo forzatamente circoscritto e ripetitivo, dal quale tuttavia dobbiamo attenderci il fatidico seguito.

  Il trailer del film

10 giugno 2018 23:35
Max Armani


Condividi

Prossimi articoli

I segreti di un adolescente gay

Nella commedia con Nick Robinson, la storia di un difficile coming out
Cinema

Un'avventurosa giovinezza stellare

"Solo: A Star Wars Story" ha lo spirito degli originali "Guerre Stellari"
Cinema

Deadpool 2 più ironico e scorretto che mai

Ritorna l'ormai celebre supereroe Marvel
Cinema