3/5

Vivere nello Zaqistan, tra fantasia e gag

L'artista americano Zaq Landsberg ha creato una sua "nazione" nel deserto dello Utah

NEW YORK - L'artista americano Zaq Landsberg, dieci anni fa, nel deserto dello Utah, ha gettato le basi del suo sogno: creare una propria "nazione" autonoma: lo Zaqistan, che prende chiaramente spunto dal suo stesso cognome. La città o paese se si preferisce, come riferisce quest'oggi via Twitter il quotidiano britannico "The independent", si trova a 60 miglia dal centro più vicino, in una zona remota di quella enorme distesa polverosa nel Sudovest degli USA.

Secondo quanto è noto, venticinque persone hanno già deciso di stabilirsi nel nuovo "distretto" territoriale sottoscrivendo una sorta di atto di cittadinanza. Il luogo, che avrebbe confini ben definiti e un singolare robot che lo sovrasta come ogni patrono che si rispetti, avrebbe già anche un'"ambasciata" a Buenos Aires (forse luogo d'origine dell'artista). Va da sé, che questa singolare "repubblica", che si presuppone sorga su una proprietà privata, ha una sua bandiera (è giallorossa) e perfino suoi passaporti. Intervistato, Landsberg, ha affermato che il suo sogno nel cassetto è trasformare questa entità territoriale a cavallo tra fantasia e gag in "una nazione autentica". Sì, perché allo stato attuale, pare più un castello...di sabbia.

 La

Entità territoriale fantasma

27 ottobre 2015 10:12
AC


Condividi

Prossimi articoli

“Prostituirsi in Svizzera? Ogni ragazza farebbe i salti di gioia”

Donne di tutte le età arrivano dall'Italia per gli stipendi e le tutele che offrono i locali a luci rosse elvetici - A Le Iene alcune testimonianze: "Lo faccio per comprare le cose che ha Chiara Ferragni, ma soprattutto per mio figlio"
Curiosità

Netflix fa il boom di abbonati

IL SONDAGGIO - Il colosso della tv in streaming ha raggiunto 125 milioni di utenti - Ricavi in aumento del 40% a 3,7 miliardi di dollari
Curiosità

Il calcio regionale russo “non scherza” con le mascotte

Un vero e proprio orso bruno che, accompagnato dal proprio ammaestratore, incita il pubblico ad applaudire nel pre-partita e infine, come niente fosse, consegna la palla all'arbitro - IL VIDEO
Curiosità